Basta mostri creati dalla medicina estetica

Sono stanco di vedere i mostri creati dalla medicina estetica e dalla chirurgia!

Vi invito a recarvi ad una riunione di medici che praticano la medicina estetica. Guardandovi attorno, potreste avere la sensazione di esser sbarcati su un pianeta alieno perché in molti hanno perso le fattezze umane! Sopracciglia sataniche, labbra a canotto, nasi a scivolo da sci olimpionico, zigomi che paiono palle da biliardo, tette e natiche che sembrano gonfiate con il compressore…

Comprendo perfettamente la diffidenza di coloro che rifiutano a priori la medicina estetica perché la assimilano alla trasformazione in mostri.

mostri creati dalla medicina estetica

E’ obbligatorio trasformarsi in mostri?

Lo scopo dei trattamenti non dovrebbe essere la trasformazione, bensì il ripristino di un aspetto precedente o la correzione di piccoli difetti.

Come non sono anoressici tutti coloro che si mettono a dieta, allo stesso modo sottoporsi a procedure poco invasive come la medicina estetica non equivale necessariamente a trasformarsi in mostri.

L’obbiettivo dei trattamenti estetici estetici, infatti, dovrebbe essere il natural look: l’aspetto naturale. Le procedure estetiche devono farci apparire meglio e incrementere la nostra ‘autostima (art “La pelle: molto più di una buccia!) senza trasformarci.

I trattamenti ben eseguiti sono invisibili. Che senso avrebbe una correzione che conferisce alla persona un aspetto innaturale?

La vera medicina estetica è quella che non si vede!