Digiuno e Dieta Chetogenica

Una delle poche cose che si è dimostrata realmente efficace nell’allungare la vita è la restrizione delle calorie assunte con la dieta. Analizziamo il ruolo che potrebbero avere il digiuno e la dieta chetogenica.

Il Digiuno

Il digiuno è una tradizione presente in tutte le religioni e culture. Si tratta di un mezzo di purificazione dell’organismo, ancora oggi proposto da alcuni come strumento per guarire da molte malattie. Senza entrare in una disquisizione sul fatto se sia veramente efficace in questo senso, si può affermare con sicurezza che è uno strumento che “depura” l’organismo. Col digiuno, infatti, vengono meno le tossine prodotte dalla metabolizzazione del cibo e si attivano tutta una serie di meccanismi per produrre energia attingendo alle riserve.

digiuno e dieta chetogenica
digiuno e dieta chetogenica

Durante il digiuno viene a mancare la benzina dell’organismo: il glucosio. Si tratta di un carboidrato prodotto dalla digestione di zucchero, cereali, pane, pasta, frutta… Il corpo, necessitando del glucosio per il suo funzionamento, in un primo momento attinge alle scorte di glucosio (glicogeno). Una volta esaurite le riserve, deve ricostruirlo utilizzando le proteine e i grassi. Purtroppo il nostro organismo considera il grasso estremamente prezioso e lo va a utilizzare solo dopo aver attinto alle proteine. Quindi, durante il digiuno, prima di utilizzare il grasso di deposito,  il corpo va ad attingere alle riserve di proteine: i muscoli.

digiuno e dieta chetogenica
digiuno e dieta chetogenica

Conseguenza inevitabile del digiuno è, perciò, la perdita di muscolatura cioè di massa magra. Pur essendo il digiuno, quindi, un mezzo per dimagrire e per depurare l’organismo, non è facile seguirlo per lunghi periodi in considerazione degli effetti collaterali (debolezza, giramenti di testa, perdita della muscolatura..). Per limitare la perdita di massa magra sono stati proposti il digiuno intermittente e la dieta mima-digiuno. Il primo prevede di allungare l’intervallo tra un pasto e l’altro fino ad arrivare a 24 ore di digiuno. Nella seconda viene proposto al soggetto di alimentarsi solo con verdura per 4 giorni, per reintrodurre nel quinto i carboidrati e nel sesto le proteine.

La Dieta Chetogenica

Il nome fa riferimento ai corpi chetonici (il cosiddetto “acetone” dei bambini), che si formano sia durante questa dieta che nel digiuno. E’ una delle poche diete testate scientificamente in quanto nata per fini terapeutici. Ha dimostrato di svolgere effetti positivi su sindrome metabolica, diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari, patologie neurologiche, nonché di migliorare concentrazione, lucidità mentale e prestazioni atletiche.

digiuno e dieta chetogenica
digiuno e dieta chetogenica

L’alimentazione chetogenica riduce molto velocemente il grasso corporeo perché attiva gli stessi meccanismi del digiuno. La dieta prevede, infatti, l’assunzione di pochissimi carboidrati, ma evita la perdita di massa magra perché fornisce una quantità di proteine (carne, pesce, uova..) corrispondente al fabbisogno corporeo (normoproteica). In questa maniera l’organismo, invece di attaccare i muscoli, utilizza le proteine che gli vengono fornite. Si tratta di una dieta che apporta una  quantità di proteine modesta, ben lontana dagli eccessi previsti da certe diete commerciali (iperproteiche). Il regime dietetico, armonizzandosi con la dieta mediterranea, prevede anche l’assunzione di grassi preferibilmente di origine vegetale (olio di oliva, noci, mandorle, nocciole) ed elevate quantità di verdure, che apportano vitamine, sali minerali e fitonutrienti.

La dieta non deve essere solamente una periodica privazione di alcuni alimenti, ma uno strumento per educare la persona ad un corretto comportamento alimentare. Solo attraverso una rieducazione alimentare, infatti, si può mantenere il peso corporeo raggiunto. Questo prevede che la fase di transizione verso un’alimentazione normale, debba essere estremamente graduale.

La dieta chetogenica  va effettuata sotto controllo medico. Questo tipo di alimentazione richiede, inoltre, un calcolo preciso degli alimenti assunti durante la giornata. E’, quindi, complesso effettuarla senza avvalersi di un software dedicato o di alimenti già confezionati. Sono stati, infatti, formulati alimenti chetogenici, sia salati che dolci, per rendere estremamente gradevole e semplice questo regime alimentare.

Il Benessere passa attraverso la Dieta

Agendo sulla dieta si riesce a migliorare il metabolismo, ridurre il grasso corporeo e agire positivamente sulla flora intestinale. La ricerca scientifica ha, però, dimostrato che il mezzo migliore per ripristinare una flora intestinale alterata (art. la disbiosi – quando si altera la flora intestinale) consiste nell’associare alla dieta a basso contenuto di carboidrati l’assunzione di prebiotici e probiotici. Sarebbe, quindi, opportuno integrare il regime dietetico con un intervento mirato sul microbiota.

digiuno e dieta chetogenica
digiuno e dieta chetogenica

Dieta e riequilibrio della flora intestinale concorrono alla salute. Per un ulteriore miglioramento del benessere globale sarebbe utile anche lo svolgimento di un’attività fisica regolare. Un intervento integrato di questo tipo consente di dimagrire e anche di ridurre l’infiammazione silente, rallentando l’invecchiamento e prevenendo le malattie cronico-degenerative che rappresentano le principali cause di invalidità e morte nel mondo occidentale.