Estetica per il benessere?

Vorrei spendere qualche parola per spiegare come sono arrivato a dedicarmi alla medicina estetica e del benessere per rallentare l’invecchiamento.

Il corpo umano e la natura in generale (art “Io e l’estetica”) han sempre esercitato un grande fascino su di me.

E’ stato quindi naturale per me studiare Medicina e poi specializzarmi in Chirurgia Plastica.

All’inizio del mio percorso ero affascinato dalla “nobile chirurgia” e consideravo la medicina estetica quasi un ripiego.

Poi ho iniziato a studiare la medicina naturale (omeopatia, omotossicologia, medicina funzionale, medicina cinese,..).

Grazie a questi studi mi sono reso conto della stretta connessione tra il corpo e la mente e di come sia fondamentale per il benessere globale rispettare il corpo il più possibile.

Le varie metodiche di medicina estetica, quindi, essendo meno invasive della chirurgia, si adattano meglio a questo principio.

medicina estetica e del benessere | CarloPeramezza.it

La medicina estetica e del benessere

La medicina ufficiale con la sua estrema specializzazione ha portato a “sezionare” il corpo in pezzi minuscoli per analizzarli nel modo più approfondito possibile.

Ciò ci ha permesso di aumentare le nostre conoscenze e ottenere grandi progressi.

D’altro canto, questo approccio ha spinto i medici verso un’ultraspecializzazione ed a perdere di vista l’insieme della persona.

La medicina naturale, invece, considera l’uomo nella sua individualità.

L’essere umano, infatti, è visto come un insieme, in cui la mente e tutte le altre parti del corpo comunicano e cooperano armonicamente.

In questo approccio olistico, però, bisogna tener conto che l’aspetto estetico è parte integrante del benessere globale.

Infatti se una persona ha stili di vita regolari, si alimenta in maniera equilibrata, il suo intestino funziona bene, si protegge da un’eccessiva esposizione ai raggi del sole, non si ‘intossica’ con preoccupazioni e pensieri negativi, esercita  e mantiene elastico il suo corpo, anche il suo aspetto sarà migliore!

Ci sono persone che non devono fare alcuno sforzo per mantenersi belle. Questi fortunati, però, sono aiutati dalla genetica solamente fino ai quarant’anni.

Dopo questa età solamente il prendersi cura di se stessi può contrastare l’invecchiamento e le malattie.

Se, infatti, il corpo è nutrito adeguatamente, protetto e mantenuto efficiente, si può rallentare l’invecchiamento e mantenere una maggiore capacità di autocura.

Fondamentale, però, è anche l’atteggiamento mentale: mantenersi attivi, avere interessi e entusiasmo nei confronti della vita. Ciao, infatti, evita che gli eventi avversi ci facciano dimenticare di noi stessi e del nostro benessere.

rallentare l'invecchiamento: allenare il corpo e mantenerlo elastico. carloperamezza.it

Medicina o chirurgia per rallentare l’invecchiamento?

La medicina estetica può produrre un miglioramento dell’aspetto, dell’autostima e quindi del benessere personale in maniera immediata e poco costosa rispetto alla chirurgia.

Inoltre si avvale solitamente di procedure poco invasive e di materiali riassorbibili, per cui i risultati, anche se di lunga durata, sono reversibili.

Tali risultati, inoltre, possono essere ottimi e spesso più naturali (“natural look”) della chirurgia, se ci si affida a medici esperti e dotati di un buon senso dell’armonia e delle proporzioni.

Alcune procedure di medicina estetica, inoltre, se applicate precocemente, sono realmente in grado di prevenire e rallentare l’invecchiamento.

Gli interventi di chirurgia estetica, al contrario, oltre ad essere più invasivi e costosi, rischiano a volte di creare un aspetto poco naturale che, per di più, è irreversibile.

Comunque, recentemente anche la chirurgia estetica, come per altro tutte le altre branche della chirurgia, si sta sempre di più orientando verso interventi meno invasivi, che possono essere ben integrati dalle tecniche di medicina estetica.