Estetica per il benessere?

Dato il mio amore per la natura e il corpo umano (come ho spiegato in “Io e l’estetica”), è stato naturale per me studiare Medicina e poi specializzarmi in Chirurgia Plastica. Come tanti altri chirurghi all’inizio del mio percorso ero affascinato dalla “nobile chirurgia”. Consideravo la medicina estetica quasi un ripiego rispetto alla chirurgia. Quando ho iniziato a studiare la medicina naturale ho cambiato il mio pensiero.  Mi sono reso conto, infatti, che la medicina estetica si adatta meglio della chirurgia al principio secondo cui, per il benessere della persona, il corpo va preservato il più possibile!

Il benessere e i vari tipi di medicina

La medicina occidentale con la sua estrema specializzazione ha condotto a sezionare il corpo in pezzi minuscoli per analizzarli al microscopio. Per quanto affascinante, ciò ha prodotto da un lato l’ultraspecializzazione dei medici (provate a chiedete a un oculista di curarvi un dolore a un piede!), dall’altro la perdita di vista dell’insieme della persona.

La medicina naturale considera invece l’uomo nella sua unicità, nel suo essere unico e indivisibile, in cui tutte le parti comunicano e cooperano armonicamente.

Nell’ottica di un approccio olistico bisogna comprendere che l’aspetto estetico è parte integrante del benessere globale:

  • se una persona ha stili di vita regolari,
  • si alimenta in maniera equilibrata,
  • il suo intestino funziona bene,
  • si protegge da un’eccessiva esposizione ai raggi del sole,
  • non si ‘intossica’ con preoccupazioni e pensieri negativi,
  • esercita il suo corpo e lo mantiene elastico,

Allora anche il suo aspetto sarà migliore!

Ci sono persone che non devono fare alcuno sforzo per mantenersi belle. Questi fortunati, però, sono aiutati dalla genetica solo fino ai quarant’anni. Dopo questa età solamente il prendersi cura di se stessi preserva dall’invecchiamento e dalle malattie.

Il corpo, infatti, deve essere protetto, nutrito, disintossicato e stimolato per esaltare la sua capacità di autocura. Il prendersi cura di sé significa anche avere un atteggiamento positivo nei confronti della vita, evitando che gli eventi avversi ci facciano dimenticare di noi stessi e del nostro benessere.

Medicina o chirurgia?

Col tempo ho apprezzato sempre di più la medicina estetica che, se praticata da medici esperti e dotati di buon senso estetico, attraverso procedure poco invasive può dare risultati ottimi. Spesso sono superiori quanto a naturalezza (“natural look”) rispetto a quelli conseguiti dalla chirurgia.

Gli interventi di chirurgia estetica, infatti, oltre ad essere più invasivi, rischiano a volte di creare risultati poco naturali che, al contrario di quelli ottenuti con la medicina, sono irreversibili.

In ogni campo della medicina lo sviluppo scientifico ha permesso con frequenza crescente di ricorrere a metodiche mediche rispetto a quelle chirurgiche. Anche in ambito estetico sta indirizzando la chirurgia verso interventi meno invasivi, che ben si integrano con le tecniche di medicina estetica.