Medicina estetica in estate?

Ho già accennato nell’art. “Consigli per l’estate” a come la tanto desiderata abbronzatura possa danneggiare la pelle e accellerare il processo di invecchiamento. Poco noto è il fatto che la medicina estetica possa essere di aiuto in estate. E’, anzi, opinione diffusa che in questo periodo non ci si possa sottoporre a trattamenti estetici perché controindicati con l’esposizione al sole. Proprio in estate sarebbe invece opportuno eseguire alcuni trattamenti estetici per prevenire i danni che il sole potrebbe causare. Vediamo di seguito il ruolo della medicina estetica in estate:

Biorivitalizzazione

Ho già accennato a come una dieta sana sia fondamentale per apportare un’adeguata dose di acqua, nutrienti, sali minerali, vitamine per aiutare il nostro organismo a contrastare i danni che potrebbero derivare dall’esposizione al sole. La biorivitalizzazione consente di inserire direttamente nella pelle, attraverso microiniezioni con aghi sottilissimi, sostanze naturali come acido ialuronico, sali minerali, vitamine, antiossidanti .., che idratano la pelle, contrastano i radicali liberi e stimolano la produzione di fibre collagene e elastiche. Il risultato è un significativo miglioramento della texture, del colorito, dell’idratazione ed un’attenuazione delle rughe superficiali. Il trattamento prevede un ciclo di 3 sedute a distanza di 2/4 settimane.

Filler

I filler di acido ialuronico possono essere effettuati tranquillamente anche in estate in quanto sono sostanze naturali che hanno un’invasività minima e non hanno praticamente controindicazioni.

Tossina botulinica

Anche la tossina botulinica ha una scarsa invasività e pochissime controindicazioni, per cui può essere effettuata anche in estate. In questo periodo, inoltre, per proteggerci dal sole tendiamo molto di più a corrugare le sopracciglia e strizzare gli occhi. Ciò porta col tempo alla formazione di rughe profonde (rughe del pensatore e zampe di gallina) e ad un abbassamento permanente del sopracciglio con appesantimento dello sguardo. Per prevenire l’invecchiamento, quindi, nel periodo estivo, oltre a utilizzare sempre occhiali da sole per proteggere gli occhi, può essere utile l’impiego della tossina botulinica.

Mesoterapia e Carbossiterapia

Anche questi trattamenti possono essere eseguiti in estate senza problemi. Si tratta dell’iniezione attraverso aghi sottilissimi di sostanze e/o anidride carbonica che vanno a stimolare la circolazione, migliorare la cellulite, tonificare la pelle o combattere il grasso localizzato.

Concludendo

In estate sono sicuramente da evitare solamente i trattamenti di medicina estetica come peeling e laser che comportano un’infiammazione della pelle e quindi un aumentato rischio di macchie in caso di esposizione al sole. Gli altri trattamenti di medicina estetica sono perfettamente compatibili con l’esposizione al sole. Occorre proteggersi dai raggi solari per qualche giorno solamente nel caso in cui, a seguito delle iniezioni, si formino piccoli ematomi.

La cosa migliore sarebbe sottoporsi prima dell’esposizione al sole a quei trattamenti che prevengono i danni che i raggi UV possono provocare. In particolare la biorivitalizzazione che, idratando la pelle e rinforzandone le difese, previene i danni provocati dal sole, e il trattamento con tossina botulinica dei muscoli del terzo superiore del viso. Tali trattamenti effettuati nel periodo estivo rappresentano un valido aiuto per prevenire i danni del sole e rallentare l’invecchiamento.