Trattamenti per ringiovanire: illusione o verità?

Spesso sentiamo parlare di tecniche di medicina estetica per mantenere la pelle giovane o per il ringiovanimento di viso, collo, manicorpo. E’ importante quindi valutare se tali tecniche siano davvero efficaci e anche come riescano a ringiovanire la pelle.

Concentriamoci quindi sui trattamenti di medicina estetica, eseguiti sia attraverso iniezioni che macchinari, che riescono realmente a produrre un miglioramento della tonicità e dell’aspetto della pelle.

Bisogna, comunque, tenere in considerazione il fatto che le tecniche per il ringiovanimento della pelle del viso vanno integrate con quelle volte a mantenere o ripristinare il volume della struttura (ossa, grasso,..) posta al di sotto della cute.

Come ho già spiegato, infatti, a proposito dellinvecchiamento del viso, la perdita di volume di questa struttura è responsabile della discesa della pelle sovrastante.

Tornando ai trattamenti ringiovanenti, è fondamentale comprendere se il miglioramento dell’aspetto derivi da un reale ringiovanimento.

Le diverse tecniche mirano sostanzialmente a tonificare la pelle in 2 modi differenti.

Le tecniche per il ringiovanimento della pelle di viso e corpo attraverso un danneggiamento

Alcuni trattamenti svolgono la loro azione creando un danneggiamento parziale. Dapprima si crea infiammazione (rossore, gonfiore, …).

Successivamente il processo riparativo determina un aumento del collagene conferendo alla pelle un aspetto più giovane.

Va tenuto presente, però, che l’infiammazione gioca un ruolo fondamentale nell’invecchiamento.

Si tratta di un processo subdolo (infiammazione silente) che coinvolge tutto l’organismo e che ci porta lentamente ad invecchiare e sviluppare malattie cronico-degenerative.

Pertanto tutti i fattori che provocano un aumento di questo processo accelerano l’invecchiamento (”I 4 fattori che provocano l’invecchiamento del viso”).

Quindi anche i trattamenti di medicina estetica, che si associano a un’intesa infiammazione, accelerano l’invecchiamento.

Tali trattamenti, inoltre, producono soprattutto un aumento del collagene del tipo I, che si trova in grande quantità nelle cicatrici e nella cute invecchiata.

I fasci di questo collagene, purtroppo, non rinforzano realmente la struttura della cute, dato che non presentano una disposizione ordinata.

L’aumento disorganizzato di questo collagene, oltretutto, va ad ostacolare il trasporto di ossigeno e sostanze nutritive dai capillari alle cellule.

Il collagene di tipo I prodotto da questi trattamenti, infine, ha una vita molto più breve di quello giovanile, per cui anche l’effetto che produce ha una durata inferiore.

Come ringiovanire la pelle del viso carloperamezza.it

I trattamenti “biologici” per ringiovanire realmente la pelle di viso e corpo

I trattamenti biologici aumentano la concentrazione di collagene non danneggiando la pelle, ma stimolandone la produzione da parte delle cellule che lo producono (i fibroblasti).

Questa stimolazione si verifica solamente quando viene attivato il recettore CD44 presente sulla superfici cellulare. I trattamenti in grado di attivare tale recettore sono solamente 2:

Questi trattamenti non determinano infiammazione e aumentano in prevalenza il collagene tipico della pelle giovane (tipo III e IV).

I fasci di questo collagene presentano una disposizione ordinata e quindi conferiscono alla pelle una maggior resistenza.

Inoltre tali fasci sono più resistenti agli enzimi che li degradano (collagenasi) e quindi durano più a lungo.

ringiovanimento della pelle del viso |carloperamezza.it

Il ringiovanimento reale a volte non è sufficiente

Il ringiovanimento reale della pelle del viso e del corpo deriva dalla maggior produzione di collagene giovanile e quindi può essere prodotto solamente dai trattamenti biologici.

Non possiamo però demonizzare i trattamenti che tonificano la pelle senza ringiovanirla realmente.

Fattori da valutare, infatti, sono l’età della persona e lo stato della pelle.

Per l’età avanzata o l’elevato grado di danneggiamento della cute, infatti, la capacità di rigenerazione è più limitata.

In questi casi, quindi, i trattamenti biologici può essere utile associare tecniche che migliorano l’aspetto attraverso la riparazione del danno che producono.