Ringiovanire le mani

Ringiovanire le mani è importante. Spesso le persone si focalizzano solo sul viso senza tenere in considerazione il fatto che le mani, insieme al collo, sono le aree che rivelano maggiormente l’età di una persona. Le mani, inoltre, giocano un ruolo molto importante nella nostra vita quotidiana: lavorano, puliscono, comunicano, accarezzano, amano…

Sono le parti del corpo più soggette ad invecchiare in quanto esposte a raggi solari, freddo, vento, acqua, smog, sapone e altre sostanze chimiche. Se non curate adeguatamente, possono apparire rovinate anche in giovane età. E il make up non può ringiovanire le mani come invece può fare col viso.

Cosa accade alla mani?

La pelle del dorso delle mani tende col tempo a disidratarsi e assottigliarsi. La cute perde tono e elasticità. L’assottigliamento cutaneo porta col tempo ad una “scheletrizzazione” che rende visibili i tendini e le vene che spesso tendono a dilatarsi. Inoltre, spesso sul dorso della mano compaiono delle antiestetiche macchie scure (macchie senili).

Persino le unghie, con il passare degli anni, tendono a modificarsi rivelando una mano meno giovane.

prima di ringiovanire le mani con al medicina estetica è importante la prevenzione. Carloperamezza.itLa prevenzione

Alle mani dovrebbe essere riservata la stessa cura che abbiamo per il viso, cosa che invece spesso non avviene. Sarebbe, infatti, molto utile una buona cosmesi quotidiana. Idratare le mani con creme specifiche crea una barriera protettiva rispetto agli agenti esterni e previene l’invecchiamento.

Sarebbe poi utile avere una serie di accortezze come:

  • Indossare sempre guanti protettivi quando si usano detersivi o prodotti chimici,
  • utilizzare guanti in inverno per proteggere le mani dal freddo e dal vento
  • applicare una protezione solare nel periodo estivo per prevenire i danni da UV (photoaging).

Ringiovanire le mani con la medicina estetica

Pochi sanno che la medicina estetica può aiutare a ringiovanire le mani. Diverse metodiche possono dare il loro contributo.

Suggerisco di rivolgervi in prima istanza ai trattamenti che riescono a ringiovanire le mani “realmente” com ho già spiegato nell’art. ringiovanimento o danneggiamento?. Se in questa maniera non si raggiunge un risultato sufficiente, allora conviene rivolgersi alle metodiche più “aggressive”.

Bisogna anche tenere presente che per un risultato ottimale spesso è opportuno associare diverse tecniche. Solo in questo modo, infatti, è possibile agire su tutti gli aspetti che causano l’aspetto invecchiato delle mani.

ringiovanire le mani significa contrastare tutti gli aspetti del loro invecchiamento. Carloperamezza.it

Migliorare la tonicità e la texture della pelle

  • Biorivitalizzazione: la tecnica prevede l’iniezione di vitamine, aminoacidi, acido ialuronico, … negli avvallamenti tra un tendine e l’altro del dorso della mano. Il risultato è un’idratazione profonda ed un aumento della produzione di collagene ed elastina. Il trattamento è molto efficace e si effettua in due sedute, a distanza di 20-30 giorni l’una dall’altra. Per il mantenimento è invece necessaria una seduta ogni tre mesi circa.
  • PRP (plasma ricco di piastrine): è molto efficace nel ringiovanire le mani. Consiste nel prelievo di una piccola quantità di sangue del paziente e nella successiva centrifugazione per separare la parte che contiene piastrine e fattori di crescita. Questi vengono liberati normalmente quando si crea una ferita e, avendo una grande capacità rigenerativa, ne vanno a stimolare la riparazione. La tecnica prevede microiniezioni sul dorso della mano. Bastano 2 sedute a distanza di 3 settimane.
  • Carbossiterapia: l’iniezione di anidride carbonica riesce a ringiovanire le mani perchè stimola la produzione di collagene e induce i globuli rossi a liberare una grande quantità di ossigeno. Sono consigliate 3-4 sedute a cadenza settimanale.
  • Peeling chimici: l’applicazione di acidi naturali contrasta la secchezza della pelle attraverso l’azione esfoliante. Inoltre migliora la qualità cutanea stimolando la rigenerazione. Frequenza e numero di sedute variano a seconda dei prodotti utilizzati.
  • Radiofrequenza, laser frazionati e luce pulsata: si tratta di trattamenti più “aggressivi” che producono un “danneggiamento controllato” del tessuto. Il processo “riparativo” che ne consegue riesce a ringiovanire le mani.

Combattere le macchie senili

  • I peeling chimici associati all’uso domiciliare di creme schiarenti riesce ad attenuare le macchie senili.
  •  Luce Pulsata e laser Q Switched rimuovono le macchie in maniera più aggressiva.

Contrastare la scheletrizzazione

  • I filler a base di acido ialuronico possono ringiovanire la mani contrastandone la scheletrizzazione del dorso attraverso il riempimento dello spazio tra i tendini. Questo trattamento solitamente è sufficiente a ringiovanire le mani. Nel caso in cui le vene appiano molto dilatate è possibile renderle meno evidenti con la fleboterapia rigenerativa o TRAP.