Il rinofiller per modellare il naso senza chirurgia con l’acido ialuronico

Il rinofiller (detto anche “rinoplastica “medica” o “non chirurgica”) rende oggi possibile modellare il naso senza chirurgia con i filler di acido ialuronicoQuesta metodica, quindi, è diventata una valida alternativa alla rinoplastica chirurgica.

La rinoplastica è sempre stato uno degli interventi più frequenti di chirurgia estetica in quanto era l’unica possibilità per chi voleva modificare la forma del proprio naso.

Si tratta di un gran numero di persone poichè il naso, che è la parte più prominente del viso, influisce notevolmente sull’aspetto complessivo del viso. Molte persone, infatti, non accettano la gobba (“gibbo”) oppure giudicano troppo grande il loro naso.

Bisogna, però, considerare che non è tanto la dimensione del naso in sé, quanto l’errata proporzione naso-bocca-mento e il rapporto con le altre parti del viso a creare l’impressione di un naso troppo grande.

La Rinoplastica Chirurgica

rinofiller acido ialuronico o Rinoplastica chirurgica per modellare il naso | carloperamezza.itConsente di modificare la forma del naso e correggere tutti i difetti estetici, sia congeniti che secondari a traumi.

Può, inoltre, risolvere problemi di carattere funzionale come la deviazione del setto e l’ipertrofia dei turbinati. 

Nella grande maggioranza dei casi, però, la rinoplastica chirurgica  viene eseguita solamente per scopi estetici.

Si tratta di un intervento chirurgico a tutti gli effetti, che generalmente è effettuato in anestesia generale.

Le incisioni e le conseguenti cicatrici solitamente non sono visibili in quanto situate all’interno delle narici.

Attraverso queste incisioni il chirurgo riesce ad avere accesso alle ossa e alle cartilagini del naso per modellarle.

Spesso dopo l’intervento compaiono ematomi e molto gonfiore, considerando che per modellare le ossa occorre fratturarle.

Bisogna quindi attendere qualche mese per apprezzare il risultato definitvo dell’intervento.

Bisogna comunque tenere presente che è difficile prevedere con precisione l’aspetto finale del naso perché la guarigione delle fratture e le cicatrici interne possono influenzare il risultato della rinoplastica.

Inoltre, nonostante tale risultato sia permanente, col passare degli anni spesso si assiste ad un cambiamento dell’aspetto del naso (discesa della punta, irregolarità del dorso, .. ).

Considerando tutto ciò si comprende che nonostante la moltitudine di soggetti che vorrebbero modificare il proprio naso, solo pochi si sottopongano alla rinoplastica chirurgica perché temono un risultato innaturale e/o non vogliono affrontare disagi e costi di tale una procedura.

Modellare il naso con l’acido ialuronico: il rinofiller

Questo trattamento nato recentemente si basa sulle iniezioni di filler di l’acido ialuronico per ottenere un miglioramento estetico del naso.

Grazie a questa tecnica è possibile:

  • modellare il dorso del naso per far far sparire la gobba (gibbo) o eventuali depressioni,
  • cambiare la forma e la posizione della punta del naso,
  • conferire un aspetto più diritto al dorso del naso.

Il trattamento è estremamente veloce e poso doloroso. I leggeri gonfiori o ematomi, che possono prodursi per le iniezioni, si risolvono in pochi giorni.

Il risultato è immediato e molto naturale. Generalmente per ottenere un risultato ottimale, conviene effettuare una seduta di richiamo dopo 2 settimane circa.

L’intervento va effettuato solamente da medici esperti. Va, infatti, tenuto in considerazione il fatto nel naso la chiusura di un vaso per un’iniezione accidentale al suo interno oppure per la compressione esercitata dal materiale iniettato può creare gravi problemi di vascolarizzazione, che possono portare addirittura a necrosi cutanea ed esiti permanenti.

L’esperienza del medico è fondamentale sia per limitare la frequenza di questa complicazione, che per individuarla precocemente qualora si verifichi.

L’iniezione di un sostanza che scioglie l’acido ialuronico (ialuronidasi), infatti, può ripristinare la circolazione prima che si creino danni permanenti.

Si comprende quindi come per il naso sia da evitare l’iniezione di filler diversi dall’acido ialuronico per i quali non è disponibile una sostanza per scioglierli.

acido ialuronico per modificare la forma del naso | carloperamezza.it

Rinofiller con acido ialuronico o rinoplastica chirurgica?

Il rinofiller è una valida alternativa alla rinoplastica chirurgica, ma non ha la stessa valenza della rinoplastica chirurgica e non può quindi essere applicato in tutti i casi.

Ogni paziente va quindi valutato attentamente dal medico per individuare la metodica più opportuna.

Il rinofiller può correggere, infatti, solo i problemi estetici del naso, non quelli funzionali. 

In secondo luogo, basandosi sull’aggiunta di materiale, non può ridurre realmente la dimensione del naso.

Spesso, però, agendo sulle proporzioni (rapporto con le labbra, il mento e il resto del viso), si riesce a far sembrare il naso molto più piccolo.

I risultati, a differenza di quelli chirurgici, sono immediati e, se ci si affida a medici capaci, estremamente naturali.

Il rinofiller, purtroppo, non è definitivo. L’acido ialuronico, infatti, è un materiale riassorbilbile.

Ha tuttavia una durata molto elevata, che diventa ancora maggiore in aree non soggette a movimento come il naso.

Il trattamento, quindi, va ripetuto dopo un anno circa. Va tenuto presente, tuttavia, che le iniezioni di acido ialuronico stimolano la produzione di collagene per cui spesso il trattamento successivo richiede meno materiale.

Un importante vantaggio del rinofiller è la sua capacità di prevenire un peggioramento dell’aspetto del naso.

In alcuni soggetti, infatti, la punta del naso si abbassa durante il sorriso per l’attivazione di alcuni muscoli facciali.

Col tempo questo fatto può produrre una discesa permanente della punta nasale.

Questa problematica può essere prevenuta con il rinofiller, eventualmente associato alla tossina botulinica. Il filler rinforza la struttura di sostegno, mentre la tossina botulinica indebolisce i muscoli facciali responsabili dell’abbassamento della punta del naso.