Trattamento della cellulite

Prima di trattare la cellulite va fatta una diagnosi corretta. La cura varia, infatti, in base alla caratteristiche della persona e allo stadio della patologia. Data la genesi multifattoriale della cellulite, vanno individuati e trattati tutti i fattori che possono intervenire nel determinarla.

Strategie Terapeutiche

Nella scelta del trattamento è opportuno, a mio avviso, prediligere le terapie naturali o comunque quelle che preservino il più possibile i tessuti.

Trattare la cellulite

Dato il ruolo cardine del disturbo circolatorio nella genesi della cellulite, per trattare la cellulite occorre prima di tutto migliorare la circolazione. L’accumulo di liquido a livello dei tessuti va, infatti, ad ostacolare gli scambi metabolici fra cellule e capillari, creando infiammazione. La riduzione della ritenzione idrica può essere ottenuta da un lato riducendo la fuoriuscita di liquido dai capillari e dall’altro incrementandone l’eliminazione. La prima può essere realizzata attraverso il ripristino di una normale permeabilità capillare, la seconda attraverso la stimolazione dei circoli linfatico e venoso. La riduzione della ritenzione idrica produce anche un miglioramento degli scambi metabolici con una riduzione della dimensione delle cellule di grasso. Le terapie per migliorare la circolazione rispettando i tessuti sono:

  • mesoterapia omeopatica: l’iniezione locale di farmaci omeopatici consente di combattere l’infiammazione, stimolare la circolazione e contrastare eventuali squilibri ormonali.
  • ossigenozonoterapia: prevede l’introduzione nelle aree cellulitiche di una miscela di gas formata da ossigeno e ozono. Gli effetti sono diminuzione dell’acidosi, riattivazione del microcircolo e del metabolismo, miglioramento della circolazione veno-linfatica e lisi degli adipociti.
  • carbossiterapia: l’iniezione locale di anidride carbonica determina la liberazione di ossigeno da parte dell’emoglobina con conseguente stimolazione del microcircolo e del metabolismo. Inoltre lo scollamento meccanico operato dal gas va a determinare una reazione fibrotica che può migliorare il rilassamento cutaneo.
  • lnfodrenaggio manuale massaggio drenante: consentono la riattivazione della circolazione linfatica e/o venosa.
  • pressoterapia e altre metodiche strumentali: agiscono stimolando il drenaggio veno-linfatico.
Trattare la cellulite

Dato il ruolo determinante degli ormoni sessuali femminili nel provocare la cellulite, bisogna valutare se sospendere i contraccettivi orali eventualmente assunti.

Inoltre, per contrastare l’effetto di altri ormoni che possono aggravano la cellulite (cortisolo, ormoni della tiroide, prolattina ..) è possibile agire attraverso rimedi omeopatici e fitoterapici.  

Infine, per trattare la cellulite,  è molto importante ridurre i livelli di insulina, che stimola l’accumulo di grasso, l’infiammazione e la cellulite. Una dieta adeguata, unitamente alla riduzione del contenuto di sale, produce non solo un miglioramento della cellulite, ma anche del sovrappeso e della stipsi, che rappresentano ulteriori fattori aggravanti.

Nella formulazione della dieta è molto utile anche individuare intolleranze/allergie alimentari, che possono creare infiammazione e ritenzione di liquidi, peggiorando la cellulite.

Sicuramente è utile anche un cambiamento di abitudini: non indossare abbigliamento troppo stretto, scarpe strette o con tacco troppo alto, evitare di stare molto tempo immobili in piedi e smettere di fumare.

Utilissimo, inoltre, aumentare l’attività fisica, per mantenere efficienti muscolatura, circolazione e metabolismo. Bisogna però fare attenzione a non eccedere: un attività fisica intensa può creare accumulo di acido lattico e peggiorare la cellulite. Molto meglio un’attività aerobica non troppo intensa come camminare o andare in bicicletta.

Trattare la cellulite

Curare la cellulite per migliorare la salute

Tutti i presidi e le terapie elencate mirano a un riequilibrio generale della persona. Secondo il concetto omotossicologico potremmo affermare che l’obbiettivo a cui si tende è la riduzione della quantità di tossine dell’organismo. Questo si realizza attraverso una diminuzione delle tossine assunte dall’esterno e di quelle prodotte dall’organismo, insieme ad un incremento della loro eliminazione. Il risultato, quindi, non è solo il miglioramento della cellulite, ma anche il raggiungimento di uno stato di maggior benessere della persona.