Wellness

Spesso sento dire che non bisogna ricorrere alla medicina estetica perché dobbiamo accettarci per quello che siamo.

Ma è proprio vero? L’aspirazione dell’uomo non è quella di migliorarsi?

Sento anche dire che bisogna prendersi cura della mente e dell’interiorità, non dell’esteriorità.

Ma interiorità ed esteriorità sono strettamente connesse e il vero benessere (wellness) deriva da entrambe come ho già spiegato in “Estetica e Benessere”.

Il benessere o wellness viene dall’armonia di corpo, mente e spirito!

L’aspettativa di vita si è allungata e quindi ha ancora più senso prendersi cura di sé.

Ben vengano l’alimentazione sana per un nutrimento adeguato del corpo, la ginnastica per tenerlo allenato e il pilates o lo yoga per mantenerlo tonico ed elastico.

È fondamentale mantenere allenate la mente e la memoria.

Per un maggiore benessere sarebbe fondamentale un lavoro di consapevolezza e di crescita interiore.

Ma nell’ottica di un approccio olistico dobbiamo prenderci cura anche dell’aspetto esteriore.

Che senso avrebbe vivere fino a 100 anni, stare in salute, avere una mente fresca, uno spirito vitale e un fisico atletico, se, guardandoci allo specchio, vedessimo un’immagine completamente diversa da come ci sentiamo?

Un viso invecchiato contrasterebbe con la percezione che abbiamo di noi stessi. Ci sentiremmo giovani dentro, ma agli altri e a noi stessi appariremmo vecchi e stanchi!

Il viso è la prima cosa che guardiamo di una persona. Nel viso troviamo gli occhi che sono lo specchio dell’anima.

La medicina estetica ci consente di mantenere l’aspetto in armonia con la nostra anima!